INFORMAZIONI UTILI
» L'ARCIPRETE
» Chi e dove siamo
» Celebrazioni liturgiche
» Gruppi parrocchiali
» Operatori parrocchiali
» Parrocchiani nel mondo
» Rettorie nel territorio
» Pubblicazioni Madrice
» Segreteria e recapiti
» Logo ufficiale dell'Arcipretura
 
STORIA E ARTE
» La Madrice nella storia
» Gli Arcipreti dal 1632
» L'Arte in Chiesa Madre
» L'organo a canne
» La torre campanaria
 
MULTIMEDIA
» Fotogallery
» Videogallery    (su YouTube)
» Facebook
» Twitter
» Skype
» Link consigliati da noi
 
CHIESA UNIVERSALE
» Papa Francesco
» La Santa Sede
 
CHIESA DIOCESANA
» Vescovo Mario
» La Diocesi
» Il nostro Vicariato
» Annuario diocesano (2013)
» Calendario diocesano (2016)
 
LA CHIESA IN CITTA'
» Parrocchie e rettorie
» Pastorale Giovanile
» Pastorale Familiare
» Corale interparrocchiale
 
RASSEGNA STAMPA
» L'Osservatore Romano
» Avvenire
» Rassegna stampa C.E.I.
» L'Aurora (Organo diocesano)
 
INFORMAZIONI UTILI
 
   
APERTURA DELLA CHIESA
Ogni giorno dalle ore 7.30 alle ore 12.15 e dalle ore 15.45 alle ore 20.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Ogni venerdì dalle ore 9.00 alle ore 20.00 nella Cappella del Collegio

LECTIO BIBLICA
Ogni giovedì alle ore 19.00 nella Cappella del Collegio di Maria
PREGHIERA DEL SANTO ROSARIO
Ogni giorno, mezz'ora prima di ogni Santa Messa, ore 16.30 in invero e ore 17.30 in estate
CONFESSIONI
Da lunedì a sabato: 16.30-17.00. Ogni venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 nella Cappella del Collegio di Maria. Domenica e festivi: 30 minuti prima di tutte le Sante Messe

Pellegrinaggio giugno/luglio 2014

Coroncina alla
Divina Misericordia

ULTIMO MERCOLEDI DEL MESE A SANT'ANTONIO

 
 
 

 


VISITA LA NUOVA PAGINA DI: FACEBOOK MADRICE

 
 

 

  FESTA DEL SANTO PATRONO
Il 10 maggio Città in festa nel ricordo del Vescovo San Cataldo
 
 

 
  277 ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA CHIESA MADRE
Lunedì 9 maggio la Chiesa Madre spegne 277 candeline
 
 

 
  VEGLIA CITTADINA DI PENTECOSTE 2016
La Comunità Ecclesiale di San Cataldo si ritroverà in Chiesa Madre sabato 14 maggio
 
 

punto elenco

(Scarica in alta risoluzione) Manifesto Veglia di Pentecoste 2016

punto elenco

(Scarica) Libretto della Veglia di Pentecoste 2016

 
  LETTERA MENSILE APRILE-MAGGIO ALLE FAMIGLIE DELLA PARROCCHIA
All'interno la programmazione parrocchiale di maggio e inizio giugno 2016
 
 

punto elenco

(Scarica) Lettera mensile dell'Arciprete-Parroco don Biagio Biancheri alle famiglie della Comunità parrocchiale della Chiesa Madre

 
  "LA SFIDA DELLA MISERICORDIA" - TORNEO DELLA PASTORALE GIOVANILE
Per il secondo anno l'Ufficio di PG di San Cataldo organizza il torneo calcistico
 
 

punto elenco (Scarica) Regolamento del torneo
punto elenco (Scarica) Liberatoria per il torneo
punto elenco (Scarica) Scheda iscrizione per il torneo
 
  LECTIO BIBLICA SETTIMANALE NELLA CAPPELLA DEL COLLEGIO DI MARIA
Prepariamoci alla III Domenica di Pasqua
 
 

punto elenco Scarica il libretto della Lectio
 
  III CONVEGNO DELL'ASSOCIAZIONE SAN GIOVANNI PAOLO II
Sabato 2 aprile 2016 in Chiesa Madre
 
     
 

SINTESI DELLA DISCUSSIONE TENUTASI
IN SENO AL CONSIGLIO PASTORALE
SUL TEMA DELLA PIETA' POPOLARE
INTEGRATA ALL'ATTIVITA' PARROCCHIALE
DELLA CHIESA MADRE DI SAN CATALDO (CL)

Il Consiglio Pastorale della Chiesa Madre, composto dai rappresentanti laici dei vari gruppi operanti in parrocchia, insieme al consiglio degli affari economici, in quanto organismo di partecipazione ecclesiale, ha avvertito la necessità di riunirsi per riflettere sulla devozione popolare della settimana santa sancataldese, in modo particolare sul senso del silenzio orante che caratterizza la processione del venerdì santo mattina, come è stato largamente spiegato dall’arciprete in una nota apparsa nei giorni scorsi nel sito della parrocchia: il silenzio «è connotativo e caratteristico della tradizione sancataldese» cosiddetta dell’Incontro, al mattino del venerdì santo. Difatti, la processione del Cristo “morto” è una delle manifestazioni più significative della nostra tradizione di pietà popolare: avvertiamo che è necessario recuperarne il senso ecclesiale attraverso l’annuncio del Vangelo e la pratica di una autentica devozione verso la Passione di Gesù, custodendo, come Maria nel suo cuore, il mistero che viene ricordato in quel suggestivo momento, purificandolo da espressioni non consone a ciò di cui si fa memoria. La comunità ecclesiale deve assumersi la responsabilità in ordine all’aspetto della pietà popolare di una creativa inculturazione della fede e di operare un discernimento nel rispetto delle finalità ecclesiali in sintonia con il triduo pasquale, evidenziando il  legame tra liturgia e pietà popolare, sotto la guida del vescovo e dei presbiteri. Pertanto, non si possono condividere iniziative che si mostrino, in un modo o nell’altro, refrattarie al senso dell’appartenenza ecclesiale. Proprio l’appartenenza ecclesiale è l’orizzonte in cui la tradizione sancataldese del venerdì santo mattina si iscrive, quale vera espressione di pietà popolare. Essa è pietà popolare non in senso meramente sociologico, ma piuttosto in senso profondamente ecclesiologico ed ecclesiale: il “popolo” in questione è la comunità credente, con tutte le sue componenti, amalgamate e strette insieme dal vincolo dell’amore e da quella «comunione gerarchica» di cui parla il Concilio Vaticano II nel n. 21 della Lumen gentium.

Altresì, il Consiglio Pastorale ha riflettuto sull’attività caritativa, elemento fondamentale della vita della Chiesa, che invera ogni preghiera, ogni devozione, ogni professione di fede. Questa attività caritativa è operata dall’intera comunità parrocchiale, col contributo volontario della gente umile di cui la comunità è costituita. Nondimeno, questa stessa attività caritativa è monitorata coscienziosamente da un Consiglio Pastorale degli affari economici, composto da professionisti del settore, che assicurano la giusta trasparenza del bilancio economico della parrocchia.

Nella stessa comunità parrocchiale opera la Caritas, organo che aiuta l’intero organismo della comunità cristiana a realizzare una sua funzione vitale: la pratica dell’amore, che si concretizza anche attraverso l’erogazione di fondi, promozione di collette da dividere tra i poveri in diversi settori quali distribuzione indumenti, viveri di prima necessità attraverso il banco alimentare e la donazione di alimenti da parte delle famiglie nella domenica caritativa, sovvenendo anche economicamente alle necessità urgenti delle famiglie bisognose. Altresì, ci si impegna ancora e sempre più nell’animare i centri di ascolto e di accoglienza “Don Tanino Arcarese” nel  quartiere Santa Germana organismo indispensabile per indirizzare le persone in difficoltà verso servizi  diocesani rispondenti alle loro esigenze, per migliorare la situazione di chi bussa alla parrocchia, esempio la Cittadella della carità, il progetto Policoro, microcredito per la nascite di nuove imprese e tant’altro.

Ci auguriamo di proseguire insieme con partecipazione attiva e consapevole alla vita ecclesiale della nostra comunità in un clima di fraternità.

San Cataldo, lì 31 marzo 2016

Il Consiglio Pastorale parrocchiale della Chiesa Madre

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

 
     
 

CHIARIMENTO SUL SENSO DEL SILENZIO AL MATTINO
DEL VENERDI' SANTO A SAN CATALDO (CL)

Nota dell'Arciprete don Biagio Biancheri

Caro sig. Calabrese, mi pronuncio una sola volta per fare chiarezza, sicuro che possa bastare per farmi capire dai concittadini che, in buona fede e con onestà intellettuale, si interessano alla questione da lei sollevata: il tratto specifico della devozione popolare sancataldese del mattino del venerdì santo, maturata lungo i secoli nel cosiddetto “incontro” tra la Madonna addolorata e Gesù morto, è il sacro silenzio. Da sempre, infatti, a San Cataldo, diversamente che nel resto di Sicilia, al mattino del venerdì santo tutto si svolge in un assoluto silenzio orante, accompagnato soltanto dalle tradizionali musiche e interrotto brevemente dalla meditazione del vescovo. Questo silenzio è, dunque, connotativo e caratteristico della tradizione sancataldese: è il suo timbro peculiare, che la differenzia dalle altre consuetudini isolane. Del resto, tale silenzio è coerente ai racconti evangelici della passione di Gesù, che registrano solo le parole sommesse del Crocifisso e le bestemmie dei farisei e dei carnefici contro di Lui, mentre pure concordano nel far culminare il dramma del Redentore nel suo supremo grido soffocato dallo strazio in cui Egli spira, “emettendo lo Spirito”. Venerdì scorso mi sono permesso di spiegare questo al direttore Enzo Calabrese: se ciò gli sembrato offensivo, qui me ne scuso sinceramente. Ogni altra chiacchiera è solo strumentale a far polemica e non si addice al clima pacifico della santa Pasqua. Auguri cordiali all’intera nostra comunità cittadina, don Biagio Biancheri.

 
  III CONVEGNO DELL'ASSOCIAZIONE SAN GIOVANNI PAOLO II
Sabato 2 aprile 2016 in Chiesa Madre
 
 

 

FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA
Convegno dell'Associazione San Giovanni Paolo II

"Nella misericordia di Dio
il mondo troverà la pace e l'uomo la felicità
"
(Giovanni Paolo II)

Chiesa Madre

Ore 18.00
Concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Mario Russotto

Ore 20.00
Convegno

 
  SETTIMANA SANTA 2016 IN CHIESA MADRE
Calendario e orari delle celebrazioni
 
 

 

DOMENICA DELLE PALME
E DELLA PASSIONE DEL SIGNORE
XXXI Giornata mondiale della Gioventù
20 marzo 2016 - ore 10.45

Benedizione delle palme e dei ramoscelli di ulivo in piazza san Giuseppe e solenne Celebrazione Eucaristica in Chiesa Madre, presieduta dall'Arciprete.

- Libretto della Celebrazione

GIOVEDI SANTO
S
ANTA MESSA NELLA CENA DEL SIGNORE
Inizio del Triduo pasquale
24 marzo 2016 - ore 18.00

Santa Messa «nella Cena del Signore» con il rito della Lavanda dei piedi e la reposizione del Santissimo Sacramento.

- Libretto della Celebrazione

VENERDI SANTO
C
ELEBRAZIONE DELLA PASSIONE DEL SIGNORE
25 marzo 2016 - ore 18.00

Liturgia della Parola, adorazione della Croce e il rito della Comunione.

- Libretto della Celebrazione

SABATO SANTO
V
EGLIA PASQUALE NELLA NOTTE SANTA
26 marzo 2016 - ore 22.00

Benedizione del fuoco nuovo nell'altrio della chiesa del "Ratò"; dopo l'ingresso processionale in Chiesa Madre con il Cero pasquale e il canto dell'Exultet, seguirà la Liturgia della Parola, la Liturgia Battesimale e la Liturgia Eucaristica.

- Libretto della Celebrazione

DOMENICA DI PASQUA
R
ISURREZIONE DEL SIGNORE
27 marzo 2016 - ore 8.00 - 11.00 - 18.00

Solenne Celebrazione Eucaristica.

 

 
  «NELLA TUA MISERICORDIA A TUTTI SEI VENUTO INCONTRO»
Solenne Via Crucis esterna della Chiesa Madre, giovedì 17 marzo 2016
 
 

Anche quest'anno si è svolta la solenne Via Crucis esterna della Chiesa Madre, con la partecipazione di tutta la Comunità parrocchiale insieme all’Arciprete-Parroco don Biagio Biancheri. Presenti tutte le realtà ecclesiali parrocchiali della Madrice, le quali hanno animato le XIV stazioni partendo dalla rettoria di sant’Antonio Abate (al Carmelo), per giungere in Chiesa Madre. Tema dato alla Via Crucis di quest’anno è stato: «Nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro» citando una frase della Preghiera Eucaristica IV del Messale Romano, facendo meditare i tanti fedeli presenti, sulla «Misericordia» in quest'anno giubilare straordinario voluto da Papa Francesco, il quale ci chiede di vivere questo tempo di grazia come occasione personale, ma anche come cammino di Chiesa che si mette a servizio di ogni uomo.

 
  SOLENNITA' DI SAN GIUSEPPE
Venerdì 18 e sabato 19 la festa del glorioso Patriarca
 
 

 
  MISSIONE DELLA MISERICORDIA
Nell'anno giubilare straordinario della Misericordia
 
 

Con la Celebrazione Eucaristica di questa mattina alle ore 11.00 in Chiesa Madre, IV Domenica di Quaresima, ha avuto inizio la «Missione della Misericordia» nell'anno santo straordinario giubilare della Misericordia voluto dal Santo Padre Francesco e accogliendo il suo paterno invito, e a partire dal desiderio di ascoltare, accogliere e accompagnare quanti ancora non conosciamo, nella nostra Comunità parrocchiale - famiglia di famiglie - si tiene appunto la «Missione della Misericordia»: visitare le famiglie, fare “cenacolo” per far conoscere il nome di Gesù, e la Misericordia del Padre ne è lo scopo. Sacerdoti e fedeli laici, uniti per un annuncio che raggiunga quanti più possibile: evangelizzare è responsabilità di tutto il popolo santo di Dio e senza la testimonianza gioiosa dei coniugi e delle famiglie, chiese domestiche, l’annunzio, anche se corretto, rischia di essere incompreso o di affogare nel mare di parole che caratterizza la nostra società. Così per cinque giorni cercheremo di metterci in ascolto, accogliere chi non si è sentito tale finora e accompagnare quanti già vivono la fede nel Signore Gesù Cristo, volto della Misericordia del Padre. Così, come indicato dal nostro Vescovo Mario per tutta la nostra Diocesi, ogni comunità parrocchiale si farà missionaria in un’altra parrocchia. La nostra parrocchia della Chiesa Madre, come già annunciato, sarà missionaria nella parrocchia sorella guidata dai padri Mercedari e viceversa. Invochiamo l’intercessione di Maria, Madre di Misericordia perché benedica questi giorni di grazia e accompagni i missionari annunciatori della Misericordia di Dio.

 
  VIA CRUCIS CITTADINA
In comunione con tutta la Chiesa diocesana, venerdì 11 marzo 2016
 
 

(Scarica) Manifesto ad alta risoluzione

 
  QUARTO SABATINO MARIANO DI QUARESIMA
I "burgisi" festeggiano la Madonna delle Grazie
 
 

Quarto sabato di Quaresima dedicato alla Madonna sotto il titolo "delle Grazie". La categoria sociale interessata é quella dei cosiddetti "burgisi", i grandi proprietari terrieri di un tempo. Dopo la Celebrazione Eucaristica in Chiesa Madre, ha avuto luogo la processione del simulacro della Madonna delle Grazie appunto, copia in scala ridotta di quella che si trova presso la Chiesa della Mercede, fino all'abitazione della famiglia che ospiterà la statua per tutto questo anno.

 
  FESTA DEL BEATO GIACOMO CUSMANO A SAN CATALDO
Domenica 13 marzo la festa in Chiesa Madre
 
 

 
  TERZO SABATINO MARIANO DI QUARESIMA
Le "maestranze" festeggiano la Madonna del Rosario
 
 

Terzo sabato di quaresima (celebrato eccezionalmente di domenica a motivo della riapertura della Chiesa Madre al termine dei lavori di restauro), dedicato alla Madonna del Rosario. La categoria interessata é in questo caso quella delle maestranze, "li mastri" (artigiani di vario genere). Oggi la festa si celebra soltanto in chiesa senza processione esterna. Fino a un decennio fa invece c'era pure la processione. La statua della Madonna, attualmente detenuta dalla Società Operaia "Rizzo", é una copia in scala ridotta della statua venerata nella chiesa del Rosario ed é stata realizzata da Giuseppe Emma Senior, restaurata una prima volta dal figlio nel 1963 e una seconda volta dai nipoti nel 1997. La Celebrazione Eucaristica è stata presieduta dall'Arciprete don Biagio Biancheri e ha visto la partecipazione della Confraternita del Rosario e della Società Operaia "Rizzo".

 
  CHIESA MADRE GREMITA DI FEDELI PER LA RIAPERTURA DOPO I LAVORI
Sabato 27 febbraio il Vescovo Mario ha riaperto ufficialmente la Chiesa Madre
 
 

Con una solenne Concelebrazione Eucaristica, sabato 27 febbraio, il Vescovo Mons. Mario Russotto ha riaperto la Chiesa Madre di San Cataldo dopo i lavori di restauro, iniziati il 1° ottobre 2015 e che hanno interessato la facciata del Duomo e l’impianto elettrico interno, resi necessari e urgenti per l’usura del tempo. Al tanto atteso appuntamento erano presenti tanti sancataldesi, le Autorità Civili e Militari e i gruppi ecclesiali. La celebrazione ha avuto inizio quando S.E. Mons. Mario Russotto, insieme all’Arciprete don Biagio Biancheri e a diversi sacerdoti originari di San Cataldo, hanno varcato il grande portone del Duomo. Nel suo saluto iniziale l’Arciprete ha salutato e ringraziato il Vescovo, il suo vicario generale, i sacerdoti, le Autorità Civili e Militari, i religiosi e le religiose, i gruppi ecclesiali, le ditte che hanno eseguito i lavori e tutti coloro che si sono adoperati e continuano a contribuire per la realizzazione del progetto di restauro e quanti numerosi hanno gremito la Chiesa Madre. Ha poi continuato il suo saluto dicendo che “la facciata restaurata della Chiesa Madre è un fatto vitale e non solo materiale che ci mette in relazione con Dio e in dialogo con il mondo. Salendo i gradini del sagrato e alzando gli occhi e il capo, lo sguardo abbraccia la vastità della facciata e sconfina nella vastità del cielo simbolo dell’eternità infinita di Dio”. Grande stupore nei presenti, quando durante il rito dell’aspersione nel ricordo del proprio Battesimo, si sono accese tutte le nuove luci del tempio illuminandolo a festa. Nella sua omelia invece, il Vescovo ha sottolineato come “l’opera di restauro della Chiesa Madre, non solo ha riportato la facciata ad una dimensione originaria, ma nello stesso tempo mette in evidenza tutta la bellezza del barocco straordinario”. Ha poi esordito dicendo che “la Chiesa Madre è la casa di tutti i sancataldesi, nella quale si ritrovano e si sentono rappresentati” e ha concluso dicendo: “oggi restituiamo all’amatissima Città di San Cataldo questa sua casa e questo monumento di bellezza architettonica in tutto il suo splendore e in tutta la sua bellezza, anche per quanto riguarda l’illuminazione esterna ed interna”.

- Fotogallery della Celebrazione

 
  SECONDO SABATINO MARIANO DI QUARESIMA
I "galantuomini" festeggiano la Madonna della Mercede
 
 

Secondo sabato di Quaresima dedicato alla Madonna della Mercede. La categoria sociale interessata é quella in siciliano detta dei "galantumini", letteralmente galantuomini, cioè i nobili. Un tempo erano loro ad organizzare questa festa che comprendeva oltre alla Celebrazione Eucaristica in Chiesa Madre, anche la processione. Oggi é stata celebrata la Santa Messa nella chiesa di San Giuseppe (la Chiesa Madre è chiusa per restauri) ed è stata presieduta dal frate Mercedario padre Samuele Salis, attuale parroco della parrocchia Santa Maria delle Grazie (al Convento dei PP. Mercedari), con la partecipazione delle confraternite della Mercede e di S. Raimondo Non nato. La processione invece non si svolge più da alcuni decenni (nell'ultima foto in bianco e nero l'antica processione in onore della Madonna della Mercede).

 
  PRIMO SABATINO MARIANO DI QUARESIMA
Il "clero" festeggia l'Immacolata
 
 

Celebrato ieri il primo sabato di quaresima in onore della Madonna sotto il titolo glorioso della "Immacolata". Questo é stato il sabato detto in siciliano di li "parrina", cioè i sacerdoti. Preghiamo per tutti i sacerdoti, vivi e defunti e chiediamo l'intercessione della Madonna per le vocazioni sacerdotali e religiose. Il Signore mandi buoni e santi evangelici operai nella sua santa Chiesa.

 
  AL VIA I SABATINI DI QUARESIMA IN ONORE DELLA MADONNA
Il 13 e 20 febbraio "sabatini" nella chiesa di S. Giuseppe, gli altri in Chiesa Madre
 
 

- (Scarica) Manifesto dei "sabatini" in alta risoluzione

 
  VIA CRUCIS DELLA MISERICORDIA
Nei venerdì di Quaresima
 
 

- (Scarica) Libretto della Via Crucis della Misericordia

 
  MERCOLEDI DELLE CENERI
Il 10 febbraio ha inizio la Quaresima 2016
 
 

- (Scarica) Manifesto della Celebrazione
- Libretto della Celebrazione

 
  CORONCINA ALLA DIVINA MISERICORDIA
L'ultimo mercoledì di ogni mese nella chiesa di S. Antonio Abate (Carmelo)
 
 

In questo anno santo straordinario della Misericordia, voluto da Papa Francesco e inaugurato lo scorso 8 dicembre fino al 20 novembre 2016, continueremo l'esperienza di preghiera comunitaria con la "Coroncina alla Divina Misericordia" nella chiesa di S. Antonio Abate (al Carmelo) in San Cataldo (CL), anzichè la II Domenica del mese, l'ultimo mercoledì del mese, alle ore 15.30, pregando la Coroncina davanti al Santissimo Sacramento solennemente esposto, con le confessioni e la Santa Messa alle ore 16.00. Dunque, il prossimo appuntamento sarà MERCOLEDI 27 GENNAIO 2016, puntuali alle ore 15.30, nella chiesa di S. Antonio Abate (al Carmelo). Condividiamo con i nostri amici e familiari questo appuntamento di grazia e di benedizione per tutti e per ciascuno. Buon anno della «MISERICORDIA».

 

LAVORI DI RESTAURO DELLA CHIESA MADRE             

"Speciale restauro"
 

TESTIMONI DEL VANGELO DELLA NOSTRA COMUNITA'

Marianna Amico Roxas
 
S.E. Mons. Cataldo Naro
 
S.E. Mons. Alberto Vassallo
 
Luigi Di Forti
 
 
 
 
REGIONE ECCLESIASTICA SICILIA - DIOCESI DI CALTANISSETTA .Parrocchia Immacolata Concezione - Chiesa Madre - ARCIPRETURA di San Cataldo (CL)