HOME > CELEBRAZIONI LITURGICHE > INDICAZIONI ANNO 2016 > 14.05.2016


CELEBRAZIONI LITURGICHE IN CHIESA MADRE

INDICAZIONI

 

VEGLIA E SANTA MESSA DI PENTECOSTE

14.05.2016

 

Sabato 14 maggio 2016, vigilia della solennità di Pentecoste, la Comunità Ecclesiale di San Cataldo si ritroverà in Chiesa Madre per celebrare insieme l'evento del "battesimo della Chiesa" che ha dato vita alla missione di portare il Vangelo di Gesù Risorto in tutto il mondo. Durante il tempo pasquale la liturgia ci ha fatto meditare sulla presenza del Risorto nella Chiesa, sul dono dello Spirito Santo, sulla Chiesa in quanto segno e annuncio della vita nuova nata dalla Pasqua di Cristo Gesù. La liturgia di Pentecoste presenta la Chiesa quale frutto della risurrezione e del dono dello Spirito Santo.

STRUTTURA DELLA CELEBRAZIONE

Come ormai da diversi anni, in tutti i comuni della Diocesi di Caltanissetta, la nostra Comunità Ecclesiale celebra insieme la Veglia di Pentecoste. L'orario di inizio della celebrazione è fissato per le ore 20.00. Sul sito della Chiesa Madre è possibile scaricare il libretto della Veglia di Pentecoste.

La liturgia è divisa in quattro parti. Si inizia con il «Rito del Lucernario» (prima parte) sul sagrato della Chiesa Madre e dopo il saluto liturgico e la lettura di un brano tratto dagli Atti degli Apostoli (2, 1-4), dal cero pasquale, simbolo di Cristo Risorto datore dello Spirito, accenderemo le candele. Terminato questo gesto pasquale, col canto, si avvia la processione verso il cenacolo della chiesa. Giunto il cero pasquale nell'aula liturgica, si accendono le luci della chiesa e il cero pasquale viene sistemato nel posto di onore e incensato. Dopo l'orazione del celebrante ci metteremo in ascolto della Parola di Dio (seconda parte) con tre brani dell'Antico Testamento seguiti dal Salmo e da un'orazione corrispondente. Dopo l'ultima lettura del profeta Ezechiele, con il salmo responsoriale e l’orazione, si rende più intensa l’illuminazione dell’aula ecclesiale, il celebrante e tutta l’assemblea intonano il “Gloria”. Segue l'Epistola e il Vangelo. Dopo l'omelia del celebrante vengono riaccese le candele dei presenti dal cero pasquale (terza parte) per la memoria del Battesimo e della Cresima che culminerà che l'invocazione dei sette doni dello Spirito Santo nella preghiera universale o dei fedeli. La quarta parte è la liturgia eucaristica.

La celebrazione è animata col canto dalla Corale interparrocchiale diretta dal M° Daniele Riggi. Il servizio liturgico è curato dai ministranti della Chiesa Madre. Le parti della veglia sono state affidate a tutte le parrocchie della città e alle varie comunità.

 

ORARI E INDICAZIONI PARTICOLARI

I Rev.mi sacerdoti che vorranno concelebrare, si troveranno già alle ore 19.40 nella Sacrestia dell'Oratorio del Santissimo Sacramento (Ratò), portando con sé (amitto se serve), camice e cingolo. I diaconi, troveranno in Sacrestia amitto, camice, cingolo, stola e dalmatica rossa. Tutti i sacerdoti troveranno stola e casula rossa. La corale interparrocchiale si farà trovare già alle ore 19.30 in Piazza Madrice, nel posto assegnato e per l'ingresso in Chiesa Madre utilizzerà il portone di sinistra.

Non vi è una riunione di preghiera, una liturgia della Parola in cui lo Spirito non agisca per permettere di pregare e di dialogare col Signore reso presente in mezzo a noi mediante la forza dello Spirito che dà vita alla parola proclamata» (A. Nocent).

San Cataldo, 11 maggio 2016