Home > Confraternita di San Cataldo
 
Confraternita di San Cataldo - PATRONO DELLA CITTA'    
 
 

La nostra Città vanta una secolare tradizione religiosa e nel tempo ebbe una imponente e dunque importante fioritura di confraternite. La Confraternita di San Cataldo fu fondata dal sacerdote Luigi Giamporcara tra il 1830 e il 1843, ebbe vita con approvazione di Ferdinando II, tra il dodici e il venti dicembre 1841. Ha avuto sempre la sua sede in Chiesa Madre, in quello che è chiamato "Oratorio di San Cataldo", sito dietro la cappella del Santo Patrono. I confrati indossano l'abitino color rosso e la bandiera dello stesso colore con al centro l'effige del Santo che è il Patrono della Città e dunque della stessa Confraternita. Alla Confraternita spetta l'onore e l'onere di organizzare la festa di San Cataldo segnata nel calendario il 10 maggio. Verso la fine del XIX secolo si riscontrò nella Confraternita un certo rilassamento e anche un certo abbandono dovuti forse, a fattori economici. Ma ad opera del sancataldese S.E. Mons. Alberto Vassallo di Torregrossa, la Confraternita rifiorì e, nel mese di dicembre del 1895 furono aggiornati i suoi statuti, i quali entrarono in vigore il 1° gennaio del 1896. Come le altre confraternite, anche quella del Patrono ha una tomba sociale nel Cimitero comunale.

CONSIGLI DIRETTIVI anni dal 1991 ad oggi
Dall'.... al .... Governatore Sig. Michele Vecchio
Dall'8 marzo 2017 Governatore Sig. Salvatore Nocera
 
LA DEVOZIONE AL SANTO PATRONO OGGI
LA STORIA DI SAN CATALDO
 
 

CONFRATERNITA DI SAN CATALDO - CHIESA MADRE DI SAN CATALDO (CL)