Home > Gruppi parrocchiali > GRUPPO GIOVANI ACR

Gruppo giovani ACR

Parrocchia Chiesa Madre - San Cataldo

 

... "Voi siete il sale della terra,

voi siete la luce del mondo!" (Gesù)

 

 

Alcuni giovani degli anni passati, guidati dal

Seminarista Rino, oggi sacerdote

Altre fotogallery sono presenti sul canale facebook della Chiesa Madre

 

Vuoi unirti a noi? Non sai come fare? Seeeeemplice, basta un klik! Mandaci una e-mail, ti diciamo orari e tutto!

Quasi duemila anni orsono gli Apostoli, radunati nella sala superiore della casa insieme con Maria (cfr At 1,14) e con alcune donne fedeli, furono riempiti di Spirito Santo (cfr At 2,4). In quello straordinario momento, che segnò la nascita della Chiesa, la confusione e la paura che avevano afferrato i discepoli di Cristo si trasformarono in una vigorosa convinzione e in consapevolezza di uno scopo. Si sentirono spinti a parlare del loro incontro con Gesù risorto, che oramai chiamavano affettuosamente il Signore. In molti modi gli Apostoli erano persone ordinarie. Nessuno poteva affermare di essere il discepolo perfetto. Avevano mancato di riconoscere Cristo (cfr Lc 24,13-32), avevano dovuto vergognarsi della loro ambizione (cfr Lc 22,24-27), lo avevano anche rinnegato (cfr Lc 22,54-62). E tuttavia, quando furono ripieni di Spirito Santo, furono trafitti dalla verità del Vangelo di Cristo e ispirati a proclamarlo senza timore. Rinfrancati, gridarono: pentitevi, fatevi battezzare, ricevete lo Spirito Santo (cfr At 2,37-38)! Fondata sull’insegnamento degli Apostoli, sull’adesione a loro, sullo spezzare il pane e sulla preghiera (cfr At 2,42), la giovane comunità cristiana si fece avanti per opporsi alla perversità della cultura che la circondava (cfr At 2,40), per prendersi cura dei propri membri (cfr At 2,44-47), per difendere la propria fede in Gesù di fronte alle ostilità (cfr At 4,33) e per guarire i malati (cfr At 5,12-16). E in adempimento del comando di Cristo stesso, partirono, testimoniando la storia più grande di tutti i tempi: quella che Dio si è fatto uno di noi, che il divino è entrato nella storia umana per poterla trasformare, e che siamo chiamati ad immergerci nell’amore salvifico di Cristo che trionfa sul male e sulla morte. Nel suo famoso discorso all’areopago, san Paolo introdusse il messaggio così: Dio dona ogni cosa, compresa la vita e il respiro, a ciascuno, così che tutte le Nazioni possano ricercare Dio, se mai arrivino a trovarlo andando come a tentoni. Infatti egli non è lontano da ciascuno di noi, poiché in lui viviamo, ci muoviamo ed esistiamo (cfr At 17, 25-28).                                                                                                                                                                                                                     Papa Benedetto XVI

     » I Ragazzi del Gruppo Giovani della Chiesa Madre

Guida spirituale e formazione: don Biagio Biancheri

Coordinatore-Responsabile:    Alessi Emanuele

  • Arcangelo Galanti
  • Riccardo Galanti
  • Fabiana Biancheri
  • Dalila Biancheri
  • Rosario Carletta
  • Luigi Sorce
  • Oriana Biancheri
  • Antonino Giambra
  • Marta Ferrara
  • Valentina Naro
  • Federico Raja
  • Concetta Giordano
  • Marianna Mocellin
  • Giada Capizzi
  • Melissa Longo
  • Lorenzo Pilato
  • Marika Vullo
  • Salvatore Riggi
  • Vincenzo Mirto
  • Elisa Ilardi
  • Daniela Ilardi
  • Rosamaria Biancheri
  • Lucrezia Saporito
  • Marco Urso